Sala stampa. Cudini: “Dobbiamo consolidare i risultati raggiunti”

Nella conferenza alla vigilia di Messina-Foggia, Cudini ha analizzato la gara:
“È importante per entrambe le squadre che fanno parte del gruppetto di formazioni tra la zona playoff e playout. Noi dobbiamo consolidare i risultati raggiunti, che è il nostro primo obiettivo in questo momento. Per farlo è necessaria un’ottima prestazione a Messina, perché andiamo in casa di una squadra che forte, che sta facendo bene. Al Foggia non sempre riesce in trasferta ad attaccare come fa in casa e quindi dobbiamo calarci subito nella partita. Siamo alla ricerca di continui miglioramenti e per questa squadra, i progressi devono arrivare dalle trasferte. Come risultati, prestazioni e atteggiamento. Se vogliamo raggiungere qualcosa di importante dobbiamo crescere assolutamente perché abbiamo quattro partite fuori casa su sei. È uno step che dobbiamo fare. Ci arriviamo con grosso entusiasmo, perché aver vinto in casa la partita scorsa contro la capolista ci ha dato entusiasmo e consapevolezza, però di partita in partita bisogna ragionare su chi incontriamo. quindi deve esserci la massima attenzione. Dobbiamo approcciare bene la partita per condurla in una maniera positiva e concreta”.
Per domani a Messina indisponibili gli squalificati Vezzoni e Riccardi e l’infortunato Santaniello. Potrebbero essere della partita anche Salines e Di Noia. Per sostituire Vezzoni come quarto di centrocampo il tecnico rossonero ha due possibilità: Salines o Antonacci a sinistra per non snaturare le idee della squadra. A proposito di Santaniello, Cudini ha chiarito che il giocatore ha avuto una piccola lesione muscolare ed ha iniziato un percorso di recupero. Rispondendo alle critiche sul rendimento degli attaccanti, l’allenatore ha detto che tutti stanno dando il massimo:
“È normale che a un giocatore come Gagliano, che domenica ha fatto la prima partita da titolare, bisogna dare anche il tempo di entrare in un meccanismo. Ognuno ha le proprie caratteristiche, quindi su questo cerchiamo di lavorare, cerchiamo di mettere tutti in condizioni migliori. Per quanto riguarda Carlos Embalo, sta con noi, sta bene, si sta allenando con continuità, quindi fa parte del gruppo”.
Complimenti sono andati ai difensori che stanno prestando molta attenzione alle palle inattive, sfruttandole anche in fase offensiva. La testa però è tutta al Messina:
“È una squadra temibile, in salute e aggressiva. Strada facendo ha trovato gli equilibri giusti cambiando il vertice basso con un vertice alto, passando dal 4-3-3 al 4-2-3-1. Ha un attacco molto pericoloso con elementi dalla caratteristiche diverse. Specie in casa sta facendo bene. noi cercheremo di sfruttare i loro punti deboli. Il tutto deve passare non solo da una prestazione tecnico-tattica importante ma da una prova di carattere e sacrificio”.