Vola il Picerno, conferme per Casertana e Juve Stabia. Sprofonda il Brindisi, continua il periodo no di Messina e Turris

Nell’anticipo di venerdì il Latina espunga lo Zaccheria grazie alle reti di Del Sole e Mastroianni, intervallate dal momentaneo pareggio di Salines e si conferma bestia nera dei rossoneri, avendo vinto gli ultimi tre scontri diretti in Puglia.

La Juve Stabia rimane capolista e con il minimo sforzo supera di misura il Messina, in crisi di risultati, grazie ad una rete di Bellich sul finire della prima frazione di gioco.

Vincono tra le mura amiche con lo stesso risultato (2 a 1 sul Potenza e sul Monterosi) e si danno slancio in classifica il Crotone e il Benevento, tra i campani a segno gli ex rossoneri Agazzi e Ferrante.

Il Catania aggancia la zona playoff, grazie all’acuto esterno sul campo di un Giugliano in salute, con Di Carmine match winner nei minuti finali.

Nella medio-bassa classifica, il Sorrento e il Francavilla superano per 2 a 0 rispettivamente il Monopoli e il Brindisi, sempre più in crisi di gioco e risultati.

La vittoria all’esordio per mister Occhiuzzi sulla panchina del Francavilla costa l’esonero a Danucci e il suo staff, che vengono sollevati dall’incarico dopo sei sconfitte consecutive.

Pareggio per 1 a 1 tra Turris e Audace Cerignola, con gli ospiti che si portano in vantaggio con l’ex foggiano D’Andrea, per poi essere raggiunti a tempo scaduto da un colpo di testa di Guida, che regala alla Turris la magra consolazione di un punto.

Successo pesante della Casertana, che seppur in dieci (espulso Casoli) per gran parte della partita, riesce a tener saldo il vantaggio di Tavernelli e a portare a casa una pesante vittoria sul campo del Taranto.

Continua il momento d’oro del Picerno di Longo, che si regala la quinta vittoria consecutiva.

Una vittoria che acquista ancor più valore perché ottenuta contro un avversario di tutto rispetto, l’Avellino di Michele Pazienza, che si trovava a pari punti proprio con i lucani.

Di Murano, che si conferma sempre più capocannoniere con 13 gol e Santarcangelo, le reti che valgono i tre punti e regalano al Picerno la seconda posizione in classifica a soli tre punti dalla vetta.