Trasporti. Cataneo: “Foggia è diventata Nodo Urbano e crocevia di 2 corridoi UE”.

Foggia è diventata crocevia di due corridoi multimodali (Baltico-Adriatico, esteso da Ancona a Foggia, e Scandinavo-Mediterraneo) e assurge, anche formalmente, a nodo urbano e polo di mobilità e logistica sostenibile”. Lo sottolinea in un comunicato Pasquale Cataneo capogruppo di IdM al Comune di Foggia.

Giovedì scorso Il Consiglio d’Europa ha adottato in via definitiva l’atteso Regolamento TEN-T che ridefinisce la mappa delle grandi Reti di Trasporto Europee. (…) L’Italia con questa revisione si rafforza quale hub logistico euromediterraneo e potrà meglio rinforzare, con rilevante sostenibilità ambientale ed economica, i flussi del trasporto nazionale, e soprattutto, internazionale di passeggeri e merci” evidenzia Cataneo.

Quale altra implicazione determina l’adozione di questo regolamento per il nostro territorio?

Altra novità positiva per il nostro ambito territoriale, in particolare per le merci, è l’inclusione nella pianificazione europea della piattaforma logistica di Foggia Incoronata.

Con la rifunzionalizzazione del Porto alti fondali di Manfredonia e l’elettrificazione della linea tra Foggia e la città sipontina, unitamente agli altri investimenti in atto, avremo la piena operatività della rete TEN-T, anche per le merci, a sostegno del sistema produttivo territoriale di area vasta – risponde Cataneo.”
L’obiettivo delle modifiche regolamentari TEN-T è quello di costruire una rete multimodale ed efficace, di ferrovie, vie navigabili interne, rotte trasporto marittimo a corto raggio e strade collegate a nodi urbani, porti marittimi e interni, aeroporti e terminali in tutta l’UE. Dopo circa tre decenni di ritardo, per le merci, si attuano le previsioni della Decisione n. 1692/96/CE del Parlamento e del Consiglio d’Europa del 23.07.1996 sugli orientamenti comunitari per lo sviluppo della rete TEN-T che prevedeva due corridoi costieri per l’Italia.

Da componente del Comitato di sorveglianza del PON Infrastrutture e Reti 2014-2020 non posso che porre in rilievo a tutti gli stakeholder territoriali (istituzionali e non), quanto delineato dal MIT: le infrastrutture, appartenenti alla rete TEN-T, oltre a godere di ampia visibilità ed essere riconosciute ad alto valore aggiunto europeo, sono eleggibili per i finanziamenti europei, in quanto obbligate a rispettare requisiti infrastrutturali ambiziosi e sfidanti, sia dal punto di vista tecnico che finanziario. Per tali motivi – chiosa Cataneo che è anche esperto di politiche territoriali – risulta essenziale collaborare tutti al rilancio della Città e dell’intera area vasta. Un test al riguardo ci sarà mercoledì prossimo 19.06 in consiglio comunale a Foggia. Si affronterà in aula l’analisi della mozione sulle politiche di sviluppo dell’aeroporto Gino Lisa già sottoscritta, in modo bipartisan, da 17 consiglieri comunali con molti punti, dalla cd. continuità territoriale alla realizzazione della sede logistica regionale della Protezione civile, riportati dal nuovo assessore regionale pugliese alla mobilità, Debora Ciliento in audizione mercoledì scorso 12.06 in Commissione Trasporti della Camera.”
Il testo di revisione licenziato dal Consiglio entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea.

fonte: comunicato stampa.