blog
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo

facebook
twitter
youtube
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
15/06/2019, 12:01



Perché-ci-trattate-così?


 



Ci dicono: " lasciamoli lavorare in pace" come se fossimo dei lebbrosi.
Ed ecco l’ennesimo scoop propinato dalla trasmissione sportiva di turno che, accavallandosi nei giorni, ci ubriacano di novità, in una corsa forsennata a chi fa lo scoop e quindi  audience.
Ci hanno detto di tutto: americani, anzi no francesi, ma che dite? un gruppo del nord, see non è così, sarebbe un gruppo locale con interessi all’estero e così via.
Possibile mai che NESSUNO pensa a chi ha dato l’anima a questi colori?
Trattati, appunto, come lebbrosi, come l’ultimi degli ultimi: ma a che fine?
Eppure, ricordo che proprio noi abbiamo sottoscritto tanti abbonamenti a scatola chiusa; eppure, ricordo che proprio noi abbiamo fatto abbonamenti pur non vivendo a Foggia; eppure, ricordo che abbiamo fatto biglietti per lo Zac a vuoto, cioè, pur acquistando il diritto di vedere la partita, non siamo venuti a vederla;  eppure ricordo che abbiamo macinato chilometri per non lasciarvi soli.
Tutto ciò non è bastato, non vi fidate di noi.
Vorremmo capire, se mai ci fosse qualcosa da capire, perché ?
Perché ci state trattando in questo modo? 
Non pensate che "Meritiamo di più"?
Siamo arrivati finanche a volerci costituire come comitato per sperare di essere tutelati come tifosi; ma, anche qui nessuna notizia (almeno in mio possesso) da parte della società.
Ormai il 24 giugno si avvicina e finalmente sapremo cosa succederà.
Una cosa è certa: il nostro rapporto (almeno per quanto mi riguarda) non potrà continuare ad essere lo stesso. Chi ama pretende di essere amato!
"A rendere felici non è l’amare, ma l’essere amato"

Vincenzo da Pomarance



1
Create a website