blog
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo

facebook
twitter
youtube
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
03/06/2019, 21:35



Attenzione-all’uso-del-cellulare-alla-guida-


 Il Codice della Strada si prepara a cambiare. Arriva la riforma del codice della strada. Dopo i numerosi tentativi, messi in atto fino alla scorsa legislatura, sembra che stavolta il testo stia per giungere all’esame dell’aula per l’approvazione.



IlCodice della Strada si prepara a cambiare.Arrivala riforma del codice della strada. Dopoi numerosi tentativi, messi in atto fino alla scorsa legislatura, sembra chestavolta il testo stia per giungere all’esame dell’aula per l’approvazione. 
Lacommissione trasporti della Camera, infatti, ha approvato il testo unificatoche riunisce i vari disegni di legge in materia e sino al 3 giugno era possibile presentare emendamenti.Dopodi che, la riforma potrebbe giungere presto innanzi all’Aula di Montecitorioper l’approvazione. 
Trale principali modifiche che la riforma punta a introdurre al Codice dellaStrada, emerge quella relativa all’inasprimento delle sanzioni per quantoriguarda l’uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici al volante. 
Infatti,sarà rigorosamente vietato usare cellulare, smartphone, tablet e notebook alvolanteLeinnovazioni sul punto sono destinate ad incidere sull’assetto attuale dell’art.173 C.d.S (Uso di lenti o di determinati apparecchi durante la guida). 
Ilprimo comma dovrebbe restare invariato che impone al titolare di patente diguida di usare gli occhiali o altri apparecchi qualora, in sede di rilascio orinnovo della patente, gli sia stato prescritto di integrare, attraverso l’usodi tali dispositivi, le proprie deficienze organiche e minorazioni anatomiche ofunzionali.Ilcomma 2, invece, vieta al conducente di utilizzare apparecchi radiotelefonici ocuffie sonore alla guida, ma il testo di riforma ritiene necessario precisare,a chiare lettere, che tra i dispositivi vietati rientrano anche"smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghiche comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dalvolante". 
Resterebbe,invece, consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, chenon richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani, purché il conducenteabbia adeguate capacità uditive a entrambe le orecchie. Perovvii motivi, le suddette regole non si applicheranno ai conducenti dei veicolidelle Forze armate e dei Corpi di cui all’articolo 138, comma 11, e di Polizia.Ildivieto all’uso dei cellulari e dei dispositivi elettronici alla guida passaanche, e soprattutto, attraverso l’inasprimento delle relative sanzioni per chinon rispetta il divieto. 
Attualmente,chi usa il cellulare alla guida è sanzionato con una multa da 161 a 647 euro, acui si aggiunge la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi qualoralo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio.Lariforma, invece, prevede una multa assai più severa, che va da 422 a 1697 euro,a cui si accompagna fin da subito anche la sanzione amministrativa accessoriadella sospensione della patente di guida da sette giorni a due mesi.Infine,i recidivi sono esposti ad un trattamento sanzionatorio più gravoso: nel casoin cui si verifica un’ulteriore violazione nel corso di un biennio la riformaprevede una multa da 644 a 2.588 euro e la sanzione amministrativa accessoriadella sospensione della patente di guida da uno a tre mesi.  
Testo unificato di riformadel Codice della Strada approvato dalla commissione trasporti alla Camera


1
Create a website