blog
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo

facebook
twitter
youtube
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
26/07/2019, 01:50



Un-tifoso-del-nord-ci-scrive-su-Roberto-Felleca


 



Sono certo che tanti, molti di noi, si siano posti questa domanda quando questo nome è apparso sulle varie testate giornalistiche dedicate ai colori rossoneri tra gli interessati alla partecipazione al bando comunale per l’acquisizione del titolo sportivo della città di Foggia. Sono altrettanto certo che i più siano subito corsi a cercare sue notizie su internet dato che tra i pretendenti, oltre ad essere l’ultimo arrivato e forse anche quello atteso, era anche quello probabilmente meno noto o conosciuto al popolo dei tifosi, nel casting che stava andando in atto presso palazzo del Podestà.
 La domanda probabilmente più diffusa sarà stata ma questo chi è? Da dove arriva e soprattutto hai i soldi veramente o è un altro millantatore?  Quest’e la diffidente posizione su cui si sono posizionati la maggioranza dei tifosi rossoneri anche quelli che hanno fatto dell’essere positivi in ogni circostanza uno stile di vita e pensiero, questa è lo stato d’animo chiaramente percepito di chi si è ritrovato nel compito ingrato di scegliere a chi affidare nuovamente la ricostruzione del Foggia calcio sette anni dopo.
Alcuni personaggi sono riapparsi sempre uguali come prima, altri nuovi ne sono arrivati, la domanda di acquisire questo glorioso titolo sportivo però è stata ben diversa rispetto a sette anni addietro quando nessuno voleva saperne del Foggia e tutti sanno poi come si concluse, ma l’esperienza del passato nonché la presenza nel tessuto sociale di una tifoseria pronta ad inoltrare richiesta di un suo ruolo nel futuro Foggia sono state sicuramente utili al primo cittadino della nostra città per la definizione di un bando di partecipazione con dei paletti importanti e inderogabili, costruito anche con la consulenza di figure professionali storicamente legate a questa bandiera ed altre con competenze in materia economica giuridica.
La scelta non semplice anche per l’emotività di cui si vestiva, visto che per noi tutti, il Foggia non è semplicemente la squadra di calcio della città, ha investito il signor Roberto Felleca che meglio di tutti gli altri competitor presentava requisiti finanziari concreti ed un  programma di sviluppo rispondente a quanto richiesto.
Gentile signor Felleca, ho usato non a caso il verbo investire, perché essere il presidente della squadra di calcio della città di Foggia vuol dire non solo fare impresa e rischiare i propri capitali ma anche essere travolto personalmente, socialmente, sentimentalmente ogni giorno da questo ruolo e ben ha fatto a farsi accompagnare in questa sua nuova avventura dall’amico Davide Pelusi che già sa cosa vuol dire tutto ciò, sono sicuro che probabilmente tutto questo Lei lo ha già pienamente percepito in Comune quando le hanno consegnato il titolo sportivo.
Foggia non è Como, lo sentirà sulla sua pelle quando poserà i suoi piedi per la prima sull’erba dello Zaccheria, anche se vuoto vivrà una sensazione tutta nuova e capirà ancor di più la responsabilità del suo ruolo ed il peso che in questo momento ha.
Quello che le chiedo ma che credo sia anche il desiderio di tanti tifosi del Foggia è di essere chiaro e sincero sempre da subito con noi tutti, noi abbiamo bisogno di fatti concreti non di chiacchiere e proclami, non ci illuda perché cosi facendo disillude lei stesso, si faccia ricordare nella storia di questo club per essere stato colui che finalmente ha creato e realizzato compiutamente un progetto sportivo ed infrastrutturale, lasci un segno tangibile della sua presenza in questa città, non sia una meteora, riconquisti la nostra fiducia perché i tifosi del Foggia sanno essere davvero straordinari e unici nel loro genere, dia frutto al suo investimento perché a prescindere da qualsiasi passione questo è l’obiettivo di ogni imprenditore.
Buona fortuna signor Felleca e buon lavoro.

Foto di Antonello Abbattista
Riproduzione vietata; è consentita la sola condivisione del link all’articolo.


1
Create a website