Sala stampa. Cudini: “Voglio determinazione e compattezza”

Mister Cudini ha analizzato il momento rossonero alla vigilia della partita di Torre del Greco di domani: “Affrontiamo questo mini-ciclo di tre a partite in una settimana in questo frangente delicato della stagione. La squadra sta bene, andiamo alla ricerca degli automatismi e la conoscenza fra i nuovi migliora. Sono contento di come rispondono i ragazzi e della disponibilità che offrono. Per domani sono tutti disponibili tranne Embalo e Di Noia. Una settimana in più di lavoro con tutti, specie con i nuovi, mi ha dato la possibilità di valutarli meglio. Ho trovato tutti in buona condizione fisica. La partita di domani con la Turris per noi molto importante. Torre del Greco è stato sempre un campo difficile anche come ambiente. Con le porte chiuse si azzera un po’ tutto. Come avversario è sempre molto pericoloso suo campo. Anche loro sono in un momento non facile. Hanno cambiato allenatore. Dall’inizio con Cadeo hanno preferito un gioco offensivo e propositivo ora con Menichini qualcosa è cambiato. Noi siamo pronti a tutto. Cercheremo di sviluppare nel migliore dei modi il nostro gioco con determinazione e compattezza. Se riusciremo ad attuare tutto questo i risultati verranno”.

Tornado a parlare dei nuovi arrivati nel gruppo,  Cudini  ha aggiunto:

“Conoscendoli meglio, sono tutti adatti al 4-3-3 che vogliamo attuare. Vanno affinati alcuni movimenti e situazioni tattiche. Sono pronti anche ad essere utilizzati da domani.  A inizio stagione in rosa c’erano giocatori non adatti al mio credo tattico. Ci siamo adattati con quello che avevamo a disposizione. Non è stato niente di sconvolgente e sono pure arrivati i risultati. È stato utile anche per la mia crescita. Con il mercato invernale di calciomercato  si è voltato pagina e ora guardiamo avanti con l’obiettivo fisso di fare punti. Dobbiamo pensare positivo. L’aspetto mentale è fondamentale. Sono contento che anche Millico la pensi così. Del resto lo abbiamo dimostrato venerdì scorso contro il Catania reagendo e non abbattendoci dopo il loro gol”.