Sala stampa. Cudini: “È venuto fuori il carattere della squadra”

Tre gol di testa consentono al Foggia di Cudini di uscire per il momento dal tunnel della paura.
L’allenatore del Foggia ha ringraziato i suoi ragazzi:

“Complimenti a tutti. Hanno messo in campo grossa abnegazione e tanta determinazione e sono sicuro che senza questo non ce l’avremmo fatta a vincere. Oggi ci sono state diverse partite in un’unica partita. Dopo l’espulsione si può parlare poco di aspetto tattico. È venuto fuori il carattere della squadra e la voglia di portare a casa i tre punti. Al loro secondo tiro in porta abbiamo subito gol con quella bellissima conclusione di Viteritti. Sarebbe stata una mazzata per chiunque, ma noi alla fine con una giocata di qualità di Millico e la conclusione di Gagliano abbiamo avuto ragione. Poi ci siamo difesi con un po’ si fortuna e siamo stati ripagati di qualche episodio precedente. Odjer? Sta esprimendo quello che deve essere lo spirito del Foggia. Oggi ha fatto vedere tutto l’attaccamento alla squadra e la voglia che ha .
Dobbiamo prendere esempio da lui. Sono contento di averlo a disposizione. Dimostra serietà negli allenamenti e oggi ha fatto una signora partita”. Il mister marchigiano ha utilizzato negli ultimi dieci minuti anche Schenetti: “Gli ho detto di sacrificarsi per dare una mano ai compagni e lo ha fatto”.

La vittoria contro il Monopoli può rappresentare una svolta per il Foggia e Cudini ne è convinto:

“I ragazzi avevano bisogno di questo risultato per vivere poi una settimana con serenità. I tre punti ci portano entusiasmo e fiducia. Ora prepariamoci per Brindisi”.

Il mister rossonero ha elogiato anche il Monopoli:

“Vincere contro di loro non era facile, per di più in inferiorità numerica. Il Monopoli sta raccogliendo poco, ma ha messo in difficoltà tutti, anche la capolista Juve Stabia”.

Elogi anche per Vincenzo Millico che nella parte finale si è sacrificato a centrocampo in un 5-3-1.:

“Gli ho detto che deve farlo sempre anche quando gioca nel suo ruolo”.

Parlando dei tifosi Cudini ha ringraziato il pubblico:

“Ci hanno dato coraggio e hanno spinto perché hanno visto che la squadra ci credeva”.
Taurino, tecnico del Monopoli è rabbuiato:

“Perdere una partita come questa non capita spesso. Ci siamo fatti del male da soli. Continuiamo a fare delle buone prestazioni, ma poi sistematicamente riusciamo a vanificare tutto. Abbiamo buttato via una partita con gli avversari in inferiorità numerica colpendo anche due pali. Nel secondo tempo l’unica palla in area di rigore buttata dal Foggia ci è stata fatale. Non si può prendere un gol così: un cross da tre quarti di campo con due nostri difensori contro un attaccante avversario. Bastava marcare. Poteva finire 2-2. Ho tentato pure di mettere un altro attaccante. Oggi siamo mancati nelle giocate in area: subire tre gol di testa non capita spesso. La rete di Santaniello è stata molto bella ma anche Viteritti ha realizzato un gran gol”.
Il match-winner foggiano, Luca Gagliano è contento del gol realizzato:

“Ho provato molta emozione. Sul bel cross di Millico sono stato bravo a fare il terzo tempo. Sono felice di essere a Foggia dove ho trovato un bel gruppo. Sapevo che mister Cudini mi cercava già da quando era a Campobasso. Sono sicuro che Foggia sia la piazza giusta per me. Ho bisogno di continuità e solo il lavoro me la può dare. Nessuna dedica particolare per il gol: è solo per il Foggia”.