Play-off e play-out Lega Pro: Commento alle gare di ritorno

Dopo la disputa delle gare di ritorno, si sono conclusi il primo turno dei play-off nazionali di Lega Pro, così come i play-out. Per quel che concerne i play-off, a passare alla fase successiva sono state Vicenza e Atalanta U23 per il girone A, Juventus NG per il girone B, Benevento e Catania per quel che concerne il girone C.

Riguardo ai play-out invece, le squadre che sono riuscite a conservare la categoria sono state Vis Pesaro, Novara, Monopoli e Potenza, mentre dicono addio ai professionisti e retrocedono in serie D Recanatese, Fiorenzuola, Francavilla e Monterosi.

PLAY-OFF

L.R. Vicenza* – Taranto 0-0
Al Menti di Vicenza non riesce l’impresa alla squadra dell’esuberante tecnico Eziolino Capuano, che non va oltre lo 0-0 e che quindi deve soccombere di fronte ai veneti che vinsero l’andata per 1-0. Del resto era difficile pensare di proseguire nel cammino senza aver segnato nemmeno un gol in quattro partite! Invece, con quello contro i pugliesi, sono diciotto risultati utili consecutivi per i biancorossi, che nonostante un secondo tempo di sofferenza, hanno anche avuto l’occasione per vincerla nel finale con un contropiede di Talarico, fermato dalla difesa rossoblù.

Catania* – Atalanta U23 0-1
Al Massimino di Catania l’Atalanta U23 riesce a vincere per 1-0, grazie al gol di Diao Balde al 92’ ma non basta ai lombardi per passare il turno. Risultato bugiardo se pensiamo che i siciliani hanno avuto moltissime occasioni durante la partita per segnare, incluso un legno colpito da Castellini sempre nel recupero al 97’. Alla fine comunque i rossoblù fanno festa e per loro continua il sogno promozione.

Casertana – Juventus NG* 1-3
Debacle quasi inaspettata per la Casertana dei miracoli di mister Cangelosi, che nonostante la vittoria dell’andata al Moccagatta per 1-0, grazie alla perla di Curcio e avendo a disposizione il turno in casa con due risultati su tre a disposizione (incluso una sconfitta con il minimo scarto), riesce a farsi sorprendere da una Juventus NG cinica e spietata, che con tre gol (al 18’ di Sekulov, al 48’ di Cerri e al 68’ di Guerra) ribalta l’esito dell’andata e passa il turno. A nulla vale il gol di Paglino al 92’, che non evita ai falchetti l’eliminazione.

Carrarese* – Perugia 1-2
In quel di Carrara, il Perugia tenta in tutte le maniere di ribaltare uno 0-2 complicatissimo e nonostante una delle migliori prestazioni della stagione, riesce sì a vincere per 2-1 ma non a evitare un’eliminazione maturata a seguito del negativo risultato della gara di andata. Lisi al 24’ aveva illuso i grifoni ma il pareggio di Panico al 31’ ha frenato un’inerzia che poteva realmente condurre gli umbri all’impresa. Il gol di Sylla al 74’ salva l’onore degli umbri ma non la qualificazione.

Benevento* – Triestina 2-1
Il Benevento di mister Auteri, dopo essere andato in svantaggio grazie al gol in apertura di Malomo al 3’, riesce ad avere la meglio su una coriacea Triestina e grazie alla perla di Ciciretti prima e al bel gol del classe 2005 Perlingieri dopo, ribalta il risultato e conquista meritatamente il passaggio al secondo turno nazionale dei play-off.

Il 21 e 25 maggio ci sarà la disputa di andata e ritorno del secondo turno nazionale, dove entreranno in gioco le seconde classificate dei tre gironi vale a dire Padova, Torres e Avellino, che saranno anche teste di serie con la Carrarese.

Questi gli accoppiamenti:

Catania – Avellino il 21/05
Avellino – Catania il 25/05

L.R.Vicenza – Padova il 21/05
Padova – L.R.Vicenza il 25/05

Juventus NG – Carrarese il 21/05
Carrarese – Juventus NG il 25/05

Benevento – Torres il 21/05
Torres – Benevento il 25/05

PLAY-OUT

Monopoli* – V.Francavilla 1-1
Con un finale thriller, il Monopoli di mister Taurino, a 3 minuti dal termine, acciuffa una permanenza ormai insperata grazie alla rete di Tommasini che con un gran colpo di testa risponde così al vantaggio iniziale della Virtus, sopraggiunto al 35’ con Ingrosso bravissimo a finalizzare una splendida azione di Macca sulla sinistra. Biancoverdi dunque salvi dopo un’annata assolutamente deludente e brindisini che salutano i professionisti tornando così in serie D dopo 8 anni tra i professionisti.

Potenza* – Monterosi 1-1
Dopo la vittoria di Teramo nella gara di andata, il Potenza riesce a gestire non senza qualche affanno di troppo il risultato e grazie ad un pareggio ottenuto contro un volitivo Monterosi, riesce a centrare una salvezza inaspettatamente messa a rischio a causa di uno sciagurato girone di ritorno da parte degli uomini di mister De Giorgio. 1 a 1 il risultato finale con Di Renzo che al 63’ risponde al solito Caturano, che aveva portato in vantaggio il Potenza al 55’ su calcio di rigore causato per un fallo sull’ex rossonero Di Grazia. Lucani quindi salvi e laziali che mestamente tornano in D dopo un’annata da dimenticare.

Nel play-out relativo al girone A, il Novara sconfigge il Fiorenzuola per 2-1 (gol di Ongaro al 3’, raddoppio di Bentivenga su rigore al 72’, e gol della bandiera di Alberti al 92’). Piemontesi dunque salvi e toscani che retrocedono in serie D.

Nel girone B invece, vittoria con emozioni a non finire della Vis Pesaro che battendo con uno scoppiettante 4-3 la Recanatese, evita la retrocessione condannando di fatto i marchigiani a scendere tra i dilettanti. Da segnalare la tripletta di Sbaffo, assoluto MVP dell’incontro.

Vito Tozzi