L’avversario di turno: Monterosi Tuscia FC

Foggia-Monterosi, sarà questa l’ultima partita del 2023 per i rossoneri, che affronteranno in uno “Zaccheria” deserto per via dei disordini avvenuti a Caserta, una delle squadre dal peggior rendimento in questo campionato, che vede i laziali occupare l’ultima posizione in classifica.

Sono infatti solo 10 i punti raccolti fino ad ora, grazie a 2 vittorie, 4 pareggi e 12 sconfitte, 20 gol fatti e ben 35 subiti (peggior difesa assieme al Brindisi, che però ha già giocato e perso).

Numeri impietosi, che se rapportati a quelli del Foggia, dimostrano come la situazione dei satanelli sia molto preoccupante: nelle ultime 10 giornate di campionato il Monterosi è riuscito addirittura a fare meglio del Foggia, visto che i viterbesi hanno racimolato 8 punti, contro i 7 dei rossoneri.

Costruita in estate con obiettivi ambiziosi dal nuovo presidente Fusano, subentrato nel corso del 2022 a Capponi, la squadra è stata affidata all’ex centrocampista della Cavese, Fabrizio Romondini, esonerato dopo cinque giornate e richiamato l’11 dicembre, con l’obiettivo di conservare la categoria, con la consapevolezza che il tutto sarà molto difficile.

Con un’età media abbastanza alta rispetto alle altre concorrenti (25,8 anni), il Monterosi annovera tra le proprie fila alcuni elementi di esperienza come Parlati, Sini, Frediani, Fantacci, Bittante, Altobelli, Piroli e il bomber Costantino, che assieme a giovani come Mastrantonio, Silipo, Di Renzo e Palazzino, costituiscono l’ossatura della squadra.

Nel corso dell’ultimo incontro disputato, che ha visto il ritorno di Romondini in panchina, i laziali hanno pareggiato per 3 a 3 tra le mura amiche contro la Turris.

Andati in vantaggio di due reti (doppietta di Costantino), i biancorossi si sono fatti rimontare dalla Turris per poi riuscire a raggiugere il pareggio in chiusura, grazie ad un colpo di testa di Vano.

Per l’occasione il Monterosi è sceso in campo con il seguente 4-3-3:

Mastrantonio tra i pali, Verde, Piroli, Sini e Bittante in difesa, Parlati, Tolomello e Frediani a centrocampo, Silipo, Costantino e Palazzino in avanti.