L’avversario di turno: Casertana FC

Il calendario 2023-24 metterà di fronte il Foggia alla Casertana, la matricola terribile che viaggia con il vento in poppa verso le posizioni nobili della classifica.

Nessuno ha fatto meglio dei campani nelle ultime sette giornate di campionato, dove la Casertana ha raccolto 6 vittorie ed un pareggio, impressionando per la concretezza ed il gioco espresso.

Guidati da Vincenzo Cangelosi, storico vice di Zeman, che da due stagioni ha deciso di mettersi “in proprio”, guidando i rossoblu dalla Serie D in C, fino a raggiungere l’attuale quarto posto, con 27 punti racimolati a seguito di 7 vittorie, 6 pareggi e 2 solo sconfitte.
Migliore squadra nel rendimento esterno con 18 punti, da bassifondi il rendimento interno, visti i soli 9 punti raccolti al “Pinto”.
21 le reti realizzate, contro le 17 subite, se vogliamo un dato che non testimonia certo un’imperforabilità difensiva, ma i risultati parlano chiaro in questo momento: la Casertana è la squadra più in salute del campionato.

Il patron D’Agostino e il DS Degli Esposti, hanno consegnato a Cangelosi la rosa più esperta del campionato (28,2 anni), composta da soli calciatori italiani.

Tra gli elementi di spicco e di maggior esperienza figurano il portiere Venturi, i difensori Anastasio, Celiento e Sciacca (ex Foggia), i centrocampisti Proietti, Casoli e Toscano, e gli attaccanti Tavernelli, Montalto e Curcio, ex rossonero e capocannoniere della squadra con 6 reti.

La Casertana può annoverare nel proprio roster altri due giocatori affidabilissimi per la categoria, Damian e Carretta, che attualmente non possono essere utilizzati perché infortunati.

Nell’ultimo incontro disputato i rossoblu hanno ottenuto una preziosissima vittoria in casa del Taranto, con il risultato di 1 a 0, grazie alla rete di Tavernelli.
Risultato che acquista maggior risonanza, considerate le tante assenze e l’espulsione del centrocampista Casoli (che dunque sarà assente contro il Foggia), che ha costretto la Casertana a giocare in inferiorità numerica per più di un’ora.

Questi gli undici scesi in campo contro la formazione di Capuano, naturalmente secondo il modulo 4-3-3:

Venturi in porta, Calapai, Sciacca, Celiento e Anastasio in difesa, Proietti, Toscano e Casoli a centrocampo, Taurino, Montalto e Tavernelli in avanti.