blog
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Solologo

facebook
twitter
youtube
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
19/09/2019, 01:49



Conosciamo-Foggia-true-love


 Riceviamo e pubblichiamo invitandovi a visitare il nuovo sito



Vi diamo il benvenuto sul nostro sito Foggia True Love ! 
Noi siamo Giovanni Natale e Giuseppe Zingrillo e da questa stagione vi racconteremo le vicende della nostra squadra del cuore.
Siamo due studenti fuori sede "impiantati" a Bologna, ma, nonostante la distanza geografica, il nostro amore per il Foggia è smisurato.
La nostra idea è quella di descrivere tutte le "gesta" dei nostri beniamini ai lettori, garantendo il massimo impegno e sperando di fornire un servizio apprezzato.
Abbiamo intenzione di pubblicare fondamentalmente tre articoli a settimana:
1. Presentazione della gara; questo articolo sarà pubblicato il giorno prima della partita e fornirà le probabili formazioni, i dubbi e i ballottaggi della partita che verrà.
2. Racconto del match; in questo articolo troverà spazio la descrizione della gara del Foggia; esporremo azioni salienti e situazioni chiave della partita appena giocata.
3. Da zero a diesci; questo terzo articolo sarà la pagella dei giocatori scesi in campo per il Foggia e verrà pubblicato il giorno dopo la partita.Inoltre ci teniamo ad aggiungere che ci saranno degli articoli extra, ad esempio per il calciomercato invernale e ci piacerebbe preparare un approfondimento per il primo Secolo che il nostro Foggia compierà nel 2020.
Vi salutiamo e vi invitiamo a seguirci per il prossimo articolo.

19/09/2019, 01:38



Infanticidio


 



In questi giorni due terribili notizie, accomunate dal medesimo gesto di follia, hanno scosso il mio animo. In Alto Adige e in Campania sono stati ritrovati i corpicini senza vita di due neonati. In uno dei due delitti è stata individuata la colpevole dell’insensato gesto nella mano della madre del pargolo. Questi orrendi fatti di cronaca mi lasciano di ghiaccio. Non trovo alcuna minima giustificazione plausibile, piccola esimente che possa attenuare la scelta adottata dall’artefice di cotanto orrore. Un fiore che sboccia, un petalo che si apre alla vita, un cucciolo che vede la luce, non può essere lasciato in un cespuglio ovvero lanciato dal finestrino dell’auto. La cosa più cara per una mamma deve essere accudita, preservata da tutto e da tutti, anche a costo della propria vita. Non si può decidere, per qualsiasi motivo, di partorire una nuova essenza, un battito cardiaco, un fremito di emozione, per poi interrompere le sensazioni di un dolce virgulto improvvisamente e senza alcuna motivazione accettabile. Il bimbo non  ha deciso di nascere, non ti ha implorato per un soffio di eternità. E tu, arbitrariamente e con consapevolezza hai portato a termine la gravidanza, ma sul più bello hai cancellato le speranze, chiuso i suoi occhi ai desideri, al domani. Per sempre le immagini di quel bambino, del suo respiro, dell’odore della sua pelle, riempirà di dolore le tue giornate; per sempre, la percezione di sentirlo piangere arriverà al tuo padiglione auricolare e più giù nell’anima dilaniata dal rimpianto, fino al cuore, ammesso che ne abbia uno. Non voltarti mai indietro nei ricordi, perché questi sono spudorati come la tua azione, perché giungono quando meno te lo aspetti, in silenzio, nei momenti meno appropriati. Quando pensi che forse sei più tranquilla, in pace con te stessa, hai raggiunto un equilibrio. Niente di tutto questo, perché il ricordo non ti insegue, ma è dentro te, come il bimbo lo è stato per tanto tempo. E un bimbo non si stacca mai dalla placenta sensoriale della propria madre. Il parto sancisce la scissione corporea, fisica, ma non quella che interessa le percezioni, le carezze, il pelle contro pelle, anche a distanza, anche con il trascorrere del tempo, anche se la vita divide i domicili per motivi di lavoro. La residenza del cuore di un figlio è sempre nello stesso indirizzo delle coccole della mamma, seppur vecchia nelle fattezze, anziana nei modi e nella mentalità, ma giovane nelle passioni materne, nei sorrisi che si illuminano nel rivederti. Perché un neonato desidera solo una bocca da baciare, un soffice abbraccio per cullare i propri sogni, un amore eterno. Ma ora di eterno ci sarà soltanto il tuo dolore.  
 
18/09/2019, 15:19



Nino-Delli-ci-ha-lasciato


 Un breve ricordo del grande artista foggiano



Ho avuto il privilegio di conoscere Nino Delli pochi anni fa, quando la figlia Iole ha scritto la bella biografia del papà pubblicata da Mitico channel.
Di quella lunga intervista ho seguito la nascita, l’evoluzione, la stesura finale. Un lavoro intenso che ha impegnato con amore Iole, ma anche Elvira, la moglie dell’artista foggiano, e lo stesso Maestro.
Di quei mesi che hanno portato alla realizzazione del libro mi è rimasto il ricordo di una grande persona, orgogliosa del proprio lavoro e delle proprie origini. 
Lui, Nino, pittore mancato (la foto che vedete lo ritrae impegnato nel suo primo lavoro), ma cantante di successo in un settore non facile come quello della canzone napoletana degli anni sessanta.
Un artista foggiano che si è fatto apprezzare dai mostri sacri della musica partenopea, da Giacomo Rendinella a Claudio Villa e che ha partecipato a una delle ultime edizioni del Festival di Napoli, al Teatro Politeama nel 1968.

Tuttavia, ciò che più rimane di quegli incontri con il Maestro non è la storia dei suoi tanti successi, dei teatri strapieni, dei tantissimi dischi venduti, ma lo sconfinato amore che traspariva per la sua famiglia. 

Un affetto di altri tempi, che si poteva anche leggere nelle semplici parole con cui presentava la signora Elvira, "...è la mia fotografa ufficiale!", o nello sguardo con cui osservava le foto con Iole, la sua piccola Iole, nelle prime apparizioni in tv. 
Sì, conoscere il Maestro Nino Delli è stato un privilegio e un onore.

Alla signora Elvira, a Iole, a Nino e a tutta la sua famiglia esprimo vicinanza e affetto a nome mio e di tutto lo staff di Mitico channel.












12344
Create a website