Elezioni Europee, astensionismo preoccupante. A Foggia in pochi si sono recati alle urne.

Il dato dei votanti nel capoluogo dauno è crollato rispetto alle europee del 2019 attestandosi al 34,69% rispetto al 68,27% delle precedenti consultazioni.

In provincia l’affluenza è stata del 42,73% (era del 55,46%) in linea con il dato regionale del 43,61%.

Dunque a Foggia si registra un preoccupante astensionismo che riflette la scarsa fiducia dei cittadini nei confronti della politica.

A Foggia città il M5S è il primo partito con il 31,91% delle preferenze, seguito da FdI (22,02%), PD (20,05%), FI (6,32%), Lega (5,50%), AVS (3,92%).

In Capitanata il voto si distribuisce in maniera pressoché omogenea tra i primi tre partiti che risultano distanziati tra loro di poche decine di voti.

Il M5S in provincia è primo con il 23,73 % seguito da FdI al 23,67% e PD al 23,57%; più distanziati FI 11,14%, Lega 6,52@% e AVS che in Capitanata si ferma al 2,81% non confermando il buon risultato ottenuto a livello nazionale.

fonte: Eligendo