Conosciamo meglio il nuovo portiere del Foggia: Victor De Lucia

Nato in provincia di Caserta il 28 maggio 1996, Victor De Lucia è cresciuto nel settore giovanile del Napoli ed in seguito del Fondi, che gli ha consentito di spiccare il volo nel calcio che conta.

Fu infatti l’allora tecnico dei laziali, Eziolino Capuano, a far esordire in Lega Pro Seconda Divisione il giovane De Lucia all’età di quindici anni.

Le prestazioni del giovane portierino attirarono le attenzioni del Parma che lo tesserò nell’estate del 2013, strappandolo alla concorrenza di Juventus e Milan.

In seguito l’esperienza con la Primavera del Frosinone, prima del ritorno tra i professionisti a Latina, seguito da un campionato di Serie D da protagonista con la maglia del Taranto all’età di 19 anni.

Nella stagione 2016-17 la prima grande occasione in Serie C, con la maglia del Catanzaro, con la quale scese in campo in una ventina di partite, tanto da conquistarsi la chiamata del Bari in Serie B nella stagione successiva, senza però rivestire il ruolo da titolare.

La Serie C sembra essere il contesto adatto a De Lucia, che nel 2018-19 inizia un quadriennio (intervallato dall’esperienza di Brescia) con la maglia della Feralpisalò, con la quale colleziona 118 presenze e 41 partite senza subire reti.

Nelle ultime due stagioni l’esperienza alla Virtus Entella, dove De Lucia totalizza 61 presenze, subendo 60 reti ma mantenendo comunque un’alta percentuale di clean-sheets, pari quasi al 40%.

Sono infatti 24 le partite concluse con la porta inviolata nell’ultimo biennio ma il dato straordinario è quello rappresentato dal suo rendimento nella stagione appena conclusa nel girone B della Serie C.

La Virtus Entella, partita non certamente con i favori del pronostico, si è salvata evitando i playout e concludendo al quattordicesimo posto, anche grazie alle straordinarie prestazioni del portiere campano, che ha chiuso per ben 16 volte con la porta inviolata, regalando alla squadra ligure il quarto posto nella graduatoria riservata alle difese meno battute.

Le migliori qualità del neo portiere rossonero, alto 187 centimetri, che si ispira all’ex interista Julio Cesar, sono senza dubbio quelle dell’agilità, della reattività nelle uscite basse e del gioco con i piedi oltre alle indiscusse doti da para-rigori, avendo neutralizzato circa il 30% dei penalty assegnati contro.

Immagine tratta dal sito ufficiale della Virtus Entella