Calciomercato Serie C girone C: le operazioni del 22 gennaio. Foggia, oggi il nuovo mister, attesa anche a Torre del Greco. Monopoli, Brindisi e Francavilla continuano nella rifondazione

L’Avellino crede nella possibilità di raggiungere la vetta della classifica e punta a rafforzare ulteriormente il proprio organico.

È di poche ore fa l’interessamento per Cosimo Chiricò, che potrebbe lasciare il Catania dopo i numerosi arrivi nel reparto offensivo dei siciliani.

Biancoverdi interessati anche all’attaccante 2001, Riccardo Tonin del Foggia, l’intenzione sarebbe quella di fargli firmare un contratto a partire dalla prossima stagione, visto che il giocatore è in scadenza, lasciandogli chiudere la stagione in rossonero.

L’esperto centrocampista Vassallo, classe 1993 lascia Monopoli e si accasa al Renate, arriva in Puglia Bulevardi dal Gubbio.
Il Taranto punta Schenetti, il Foggia chiede in cambio l’esterno offensivo Bifulco.
Il Brindisi ufficializza il ritorno dell’attaccante Opoola e l’arrivo in prestito del centrocampista Labriola, il Crotone tessera Daniele Altobell e il Monterosi si assicura l’esperto centrocampista Gori della Triestina.

Bruno Caneo non è più l’allenatore della Turris, la decisione dipo l’incontro chiarificatore di ieri mattina.
Per la sua sostituzione appariva favorito l’ex Potenza, Raffaele ma nelle ultime ore sembrano in rialzo le quotazioni di Menichini e Di Napoli.
Potrebbe lasciare Torre del Greco anche l’esperto difensore Frascatore, su di lui Picerno e Latina.
Accursio Bentivegna lascia la Juve Stabia e si accasa a Novara mentre il Latina acquista il centrocampista Mazzocco dall’Avellino.

La Virtus Francavilla prosegue nel suo restyling, il neo direttore Lauriola ha chiesto informazioni al Catania in merito a Milos Bocic, che gli etnei cederebbero solo in prestito assieme ad un corposo conguaglio economico, per acquistare l’attaccante Artistico e lasciarlo in Puglia fino al termine della stagione.
A Foggia, scaduta la deroga, Coletti ieri non ha preso parte agli allenamenti ed in serata è stato sollevato dall’incarico. Prende sempre più piede il clamoroso ritorno di Cudini, esonerato poche settimane addietro, stamani dovrebbe essere in città.