Brutta serata allo Zaccheria

Serata da dimenticare allo Zaccheria per il Foggia visto il comportamento dei tifosi sugli spalti. Addirittura le 2 invasioni di campo ad opera di balordi mettono in secondo piano l’esito calcistico della partita. Assolutamente inaccettabile il tentativo di aggressione ai danni di Iemmello, l’ex di turno. La cornice di pubblico è quella delle grandi occasioni vista l’affluenza sugli spalti del popolo rossonero, ma il risultato tennistico di 6 a 2 per i giallorossi conferma la netta superiorità della formazione ospite. Costeranno care le intemperanze e gli episodi di violenza di alcuni balordi che tentano addirittura l’aggressione ai danni di Pietro Iemmello che siglerà una doppietta evitando di tirare un rigore per le proteste e le minacce provenienti dagli spalti e non. Dopo il fallimento del Catania e la conseguente sottrazione di 6 punti ai danni del Foggia, la credibilità dei vertici del calcio giunge ai minimi storici e la penalizzazione di 2 punti passa addirittura in secondo piano. A nulla servono i gol di Alessio Curcio per il momentaneo vantaggio del Foggia e di Vincenzo Garofalo per il 2 a 6 finale. Il campionato orami falsato volge all’epilogo ed è difficile pensare ad un play off con speranze di promozione.