Il girone B di Lega Pro degli allenatori: spiccano Braglia al Campobasso e Baldini al Pescara

Il calciomercato degli allenatori nel girone B di Lega Pro ha mescolato un po’ le carte: tanti gli allenatori con le valigie in mano, altrettanti con un bagaglio tutto personale e pronto da disfare nella prossima stagione, ormai alle porte.

Sono solo 5 le panchine che ritroveranno gli stessi protagonisti della scorsa stagione e si tratta di: Lucchese (che ritroverà mister Gorgone, nonostante alcuni interessi di altre squadre), Perugia (che punterà ancora su Formisano dopo il campionato scorso terminato ai playoff), Torres (confermatissimo Greco), Virtus Entella (si riparte con Gallo) e Vis Pesaro (che ha trovato in Stellone l’uomo giusto a cui affidare il parco giocatori a disposizione).

Tornando al mercato: si trasferisce dal Girone C al Girone B l’allenatore Cudini, ex Foggia, che si accasa al Pineto, nel segno di una continuità da mettere in pratica stando a ciò che ha dichiarato in sede di presentazione.
Scelta di valore per il Legnago Salus che punta sulla voglia di rivalsa dell’ex difensore Gastaldello, reduce dall’esperienza biennale al Brescia in Serie B. Dossena, autore di una buona stagione alla ProVercelli fa il tanto agognato “salto” e accetta una sfida importante, quella della Spal che vorrà riscattare una stagione al di sotto delle aspettative.

Il Gubbio e l’Arezzo si rifanno all’usato sicuro: ripartono, rispettivamente, da Taurino e Troise, quest’ultimo reduce da una stagione entusiasmante con il Rimini.
E proprio il club romagnolo, per il dopo Troise, ha individuato in Buscé l’allenatore giusto, esordiente in LegaPro (è, infatti, alla sua prima esperienza tra i professionisti); un tecnico giovane che potrà lavorare benissimo con i giovani, dopo la sua esperienza da mister delle giovanili dell’Empoli.

Il Pontedera fa una scelta d’istinto e di fiuto andando a mettere sotto contratto l’ex bandiera del Cagliari (è stato giocatore, allenatore delle giovanili, nonché allenatore, anche se per poco della prima squadra isolana) Agostini, mentre il Sestri Levante, dopo l’addio di Enrico Barilari, passato al Sorrento, offre un’occasione all’ex allenatore delle giovanili della Virtus Entella, Andrea Scotto, già ex calciatore del Sestri.

Il Pescara invece prova a risalire la china, dopo una stagione al di sotto delle aspettative. Per la panchina è stato ufficializzato il tecnico della promozione del Palermo in Serie B, Silvio Baldini, reduce da un periodo buio, a dire la verità: prima se ne va da Perugia poi, chiamato in corsa al Crotone, lascia per motivi strettamente calcistici adducendo responsabilità alla squadra rea di non seguirlo appieno.

Tra le retrocesse dalla Serie B troviamo Ascoli e Ternana, due club che proveranno fin da subito a risalire e macinare punti, più punti possibili. Il club marchigiano va verso la conferma dell’allenatore Carrera, anche se ha sondato altri allenatori, mentre la Ternana ha ingaggiato Abate, ex allenatore della primavera del Milan, cercato anche dalla Reggiana in Serie B. A proposito di Milan, la panchina del Milan Futuro, la neonata squadra Under 23 rossonera, è stata affidata a colui che per anni ha difeso, nel vero senso della parola, la squadra rossonera, l’ex difensore Bonera.

Scelta di continuità per le neopromosse Carpi (confermato Serpini) e Pianese (conferma per Prosperi).

Chiudiamo la griglia allenatori con l’ambizioso Campobasso, che si assicura un top di gamma per la categoria, ossia, Piero Braglia. L’obiettivo della società del Presidente Rizzetta è quella di salire ma non di strafare: in parole povere si punterà ai play off, un’ottima meta per una neopromossa.

Chi saranno le favorite del girone? A nostro avviso saranno Ascoli, Ternana, Pescara, Campobasso e Perugia.
Le prime due vanno di diritto nel novero delle candidate provenendo dalla Serie B; il Pescara ci ha abituato a stagioni comunque positive anche se, verso il finale, perde un po’ di brio; Perugia, per quanto di buono fatto vedere la scorsa stagione, Campobasso perché il progetto è intrigante.